AVVENIMENTI CHE COLPIRONO GLI EBREI

FATTI STORICI E POLITICI PRINCIPALI

EBREI DEPORTATI







CRONOLOGIA DEI PRINCIPALI AVVENIMENTI EUROPEI CHE COLPIRONO GLI EBREI DAL 1917 AL 1945


1917

Viene riconosciuta agli ebrei eguaglianza di diritti da parte del governo antizarista.

Gli ebrei sono perseguitati anche in Grecia dove le scuole e le sinagoghe vengono incendiate.

1918

A Yalta 900 ebrei sono perseguitati e fatti affogare.

1919

Viene varato un programma per sciogliere le comunità ebraiche da parte del Komintern con conseguente divieto di studiare l'ebraico e di pubblicare libri in ebraico.

1920

Viene fondata la rivista "La vita italiana" per propagandare l'antisemitismo.

1921

Mussolini dice : "I fascisti debbono occuparsi della salute della razza".

1923

Gli ebrei vengono definiti da Giuliotti e Papini razza divina e immonda ch'è divenuta, benché non abbia una terra propria, una delle nazioni dominanti della Terra.Insegnamento obbligatorio della religione cattolica.

1925-26

Leggi fascistissime. Istituzione del Tribunale Speciale.

1925

Viene fondata l'OMNI per l'assistenza all'infanzia e per tutelare la razza.

1926

ISTAT: programma di eugenetica consistente nell'isolare le razze contaminanti.

1929

Patti Lateranensi e programma di controllo degli ebrei: la loro religione è soltanto ammessa e vi è l'obbligo di iscriversi alle "Comunità".

24 marzo 1929

Plebiscito per il fascismo: 98,4%

1931

Viene redatto un elenco di libri da sottoporre a divieto di importazione.

1932

Obbligo di comunicazione dei nomi degli autori e dei titoli dei testi prima della pubblicazione.

1931

Prestazione di giuramento al costituito regime fascista dei docenti universitari; la percentuale dei rifiuti è pari all' 1/1000.

5 luglio: Pio XI nell'enciclica pontificia non esprime giudizi di condanna verso il fascismo, ma solo verso l'aggressione ai cattolici.

1933

Le trasmissioni radiofoniche EIAR definiscono gli ebrei come nemici dell'Italia.gennaio: cancellierato di Hitler;

marzo: inizio delle persecuzioni antiebraiche;

aprile: boicottaggio degli esercizi commerciali ebraici;

maggio: vengono bruciati i libri scritti da ebrei;

ottobre: boicottaggio nei confronti dei medici ebrei.

22 marzo 1933

Attivazione del campo di concentramento di Dachau; saranno poi attivati nel 1937 Flossenburg e Buchenwald; nel 1938 Mauthausen; nel 1940 Gusen e Auschwitz; nel 1941 Treblinka e Auschwitz II (Birkenau); nel 1943 Bergen- Belsen e Fossoli.

3 aprile 1934

Mussolini, capo del Governo, introduce la censura per i libri scritti da ebrei e prevede sanzioni a carico dei tipografi che ne diffondono le opere.

15 settembre 1935

Attivazione delle leggi di Norimberga tendenti a fare degli ebrei cittadini di seconda classe.

1936

Introduzione del controllo su pubblici funzionari di razza ebraica ad opera del Ministro degli Esteri Ciano.

2 luglio 1936

In Italia divieto per le scuole elementari ebraiche di adottare testi diversi da quelli nazionali.

29 maggio 1937

La Stampa pubblica "Non permettiamo agli ebrei di inquinare la cultura italiana".

14 febbraio 1938

Verifica attraverso censimento della professione di fede da parte dei dipendenti del Ministero dell'Interno.

14 luglio 1938

Pubblicazione del Manifesto degli scienziati razzisti: il concetto di razza è puramente biologico e non è legato a considerazioni storiche, linguistiche, religiose gli ebrei non appartengono alla razza italiana.

5 agosto 1938

Pubblicazione della nota del Ministero dell'Interno di discriminare gli ebrei nella vita pubblica.

22 agosto del 1938

Censimento degli ebrei: 47.252

5 settembre 1938

Difesa della razza nella scuola: divieto di iscrizione per ogni ordine e grado agli alunni ebrei, presidi, insegnanti, bidelli ebrei sospesi dal servizio; ma prima del Decreto Legge il Ministero dell'Educazione emana una circolare riservata che invita alla massima severità verso gli ebrei.

6 ottobre 1938

Il Gran Consiglio del fascismo pubblica la Dichiarazione sulla razza.

15 novembre 1938

In Germania avviene l'esclusione degli ebrei da tutte le scuole.

Pubblicazione del programma Difesa della razza nella Scuola.

17 novembre 1938

Pubblicazione della Difesa della razza italiana.Conversione dei decreti da parte della Camera all'unanimità e da parte del Senato con 10 voti contrari e 164 favorevoli.

Marzo 1939

Espulsione degli ebrei dall'Italia senza un’attuazione pratica contro gli interessati.

1 maggio 1939

Il Corriere della Sera pubblica: "Ci si permetta un richiamo storico che può avere valore attuale. Il 14 luglio 1555 Paolo IV emanava la nota bolla antigiudaica in cui erano molti provvedimenti anticipatori: divieto di esercitare il commercio di grano e delle altre cose necessarie alla vita, divieto di curare come medici i cristiani, divieto di usare l'ebraico"

9 febbraio 1940

Mussolini ordina l'espulsione incondizionata degli ebrei dall'Italia con lo scopo della loro eliminazione totale entro dieci anni.

1940

Revoca agli ebrei delle autorizzazioni per il commercio ambulante in Italia.

26 maggio 1940

Predisposizione da parte di Buffarini- Guidi all'attivazione di oltre 100 campi di concentramento.

1941

Realizzazione di una nazione serba libera dagli ebrei con conseguenti congratulazioni dello Stato tedesco.Collaborazione con radio Roma di Ezra Pound:dodici interventi contro gli ebrei.

1941- 1943

Organizzazione e attivazione a Roma, Milano e Torino di università israelitiche clandestine da parte degli ebrei Guido Castelnuovo ed Edoardo Volterra

22 giugno 1941

Circolare ministeriale che prevede l'eliminazione dei nominativi ebraici dagli elenchi telefonici.

Gennaio 1942

Conferenza di Wansee coordinata da Eichmann per realizzare la "Soluzione Finale" consistente nello sterminio di undici milioni di ebrei.

Aprile 1942

In U.R.S.S. nasce il Comitato ebraico antifascista che nel 1948 verrà sciolto dalla politica di Stalin.

6 maggio 1942

Il Ministro dell'Interno ordina la "precettazione civile" degli ebrei seguita da circolare del 15 luglio 1943.

28 settembre 1943

Stabilito il termine ultimo intimato da Kappler per consegnare 50 chili d'oro per salvare gli ebrei di Roma (il Vaticano offre un prestito).

14 ottobre 1943

Vengono saccheggiate le biblioteche della Comunità ebraica e del Collegio Rabbinico di Roma destinazione verso Monaco di Baviera (inerti i Ministri dell'Educazione e dell'Interno).

16 ottobre 1943

Deportazione degli ebrei di Roma.

28 novembre 1943

Concetto Marchesi rettore dell'università di Padova: studenti mi allontano da voi, con la speranza di ritornare a voi, maestro e compagno, dopo la fraternità di una lotta insieme combattuta. Per la fede che vi illumina, per lo sdegno che si accende, non lasciate che l'oppressione disponga ancora della vostra vita.

30 novembre 1943

Il Ministero dell'Interno dispone l'arresto si tutti gli ebrei italiani e stranieri con la seguente ordinanza di polizia: i nazisti davano un premio ad ogni ebreo catturato.

4 gennaio 1944

Confisca di tutti i beni degli ebrei italiani. Case, denaro, oggetti.

28 gennaio 1944

Attraverso un'ordinanza di polizia scioglimento di tutte le Comunità israelitiche.

1943- 1987

Abrogazione delle leggi razziali in Italia

24 febbraio 1945

Ultimo convoglio di deportati da Trieste a Bergen- Belsen.

28 aprile 1945

Esecuzione di Mussolini

30 aprile 1945

Hitler si suicida; resa della Germania in maggio.



CRONOLOGIA RAGIONATA DEI PRINCIPALI FATTI STORICO-POLITICI IN EUROPA DAL 1922 AL 1945.

1922

27-28 ottobre: marcia su Roma.

29 ottobre: Mussolini diventa capo del Governo.

1923

11 gennaio: la Francia e il Belgio, constatato che la Germania non paga le date annuali delle riparazioni, occupano la Ruhr. Tale intervento viene severamente criticato in Europa e negli Stati Uniti.

1924

Dopo una mediazione americana, il piano Dawes fissa l'ammontare delle riparazioni tedesche e la loro ripartizioni.

10 giugno: il deputato socialista Giacomo Matteotti viene assassinato dai fascisti. Per protesta, una parte dei deputati rifiuta di partecipare ai lavori parlamentari (l'Aventino); numerosi fascisti abbandonano il partito.

1925

3 gennaio: discorso di Mussolini alla Camera, in cui rivendica la responsabilità degli avvenimenti ed annuncia la dittatura.

16 ottobre: Patti di Locarno. La Germania garantisce le frontiere con il Belgio e con la Francia, ma rifiuta di pronunciarsi riguardo alle frontiere orientali.

1926

3 aprile: Legge Rocco sui sindacati, atto di nascita dello Stato corporativo.

24 aprile: trattato fra U.R.S.S. e Germania.

Novembre: leggi in difesa dello Stato, dette "Leggi fascistissime": realizzazione dell'apparato della dittatura.

1927

21 aprile: la carta del lavoro enuncia i principi fondamentali dell'organizzazione sociale del regime fascista.

1928

La Germania domanda una revisione del debito di guerra, che prevede versamenti fino al 1988.

1929

11 febbraio: Patti Lateranensi. Mussolini regola la questione romana, rimasta in sospeso fin dal 1870.

Riconoscimento della sovranità papale sul Vaticano. Un concordato fissa la situazione della Chiesa cattolica nell'àmbito dello Stato italiano

1932

Conferenza di Losanna; abbandono definitivo delle riparazioni.

1933

30 gennaio: Hitler cancelliere del Reich.

27 febbraio: incendio del Reichstag.

Marzo: apertura del campo di Dachau.

14 ottobre: conferenza del disarmo. La Germania, che non può ottenere l'uguaglianza con le altre potenze, abbandona la conferenza e si ritira dalla S.d.N.

1934

26 gennaio: trattato di non aggressione fra Germania e Polonia.

30 giugno: notte dei "Lunghi Coltelli".

18 settembre: l'U.R.S.S. entra nella S.d.N.; segna così il proprio ravvicinamento ai paesi democratici e la

propria opposizione alla Germania nazista.

1935

13 gennaio: un plebiscito decreta il ricongiungimento al Reich della Saar.

16 marzo: in Germania viene ripristinata la coscrizione obbligatoria: prima aperta violazione del Trattato di Versailles del 28 giugno 1919.

14 aprile: conferenza di Stresa (Francia, Gran Bretagna, Italia) che condanna "la revisione unilaterale

dei trattati".

2 maggio: Patto di alleanza franco- sovietico.

Agosto: VII Congresso del Komintern.

15 settembre: Leggi di Norimberga.

18 novembre: la Società delle Nazioni vota una serie di sanzioni contro l'Italia, che il 3 ottobre ha dichiarato guerra all'Etiopia.

Maggio 1936

L'Italia conquista l'Etiopia.

1936

7 marzo: occupazione militare della Renania.

1 novembre: proclamazione dell'Asse Roma- Berlino.

25 novembre: patto antikomintern tra Germania e Giappone.

1937

1 novembre: Asse Roma- Berlino.

5 novembre: "protocollo Hossbach" che riassume il programma di Hitler per gli anni a venire.

1938

12- 13 marzo: Anschluss dell'Austria.

24 aprile: gli "Otto punti di Karlovy Vary".

12- 13 settembre: discorso anti-ceco di Hitler a Norimberga e rottura tra cechi e tedeschi dei Sudeti.

26 settembre: caduta di Varsavia.

29- 30 settembre: conferenza di Monaco.

2 ottobre e 6 novembre: cessione di Teschen alla Polonia e del Sud della Slovacchia all'Ungheria, con l'approvazione della Germania.

1939

7 aprile: l'Italia invade l'Albania.

22 maggio: firma del Patto d'Acciaio, alleanza militare italo- tedesca.

27 agosto: Patto di non. Aggressione tra Germania e l'Unione Sovietica. Le clausole segrete prevedono la spartizione della Polonia.

3 settembre: la Gran Bretagna e la Francia dichiarano guerra alla Germania.

26 settembre: fine della campagna polacca; spartizione della Polonia tra il Reich e l'U.R.S.S.

1939-1945

II Guerra Mondiale.

1940

10 maggio: attacco sul fronte occidentale.

14 maggio: sfondamento di Sedan.

28 maggio- 4 giugno: battaglia di Dunkerque.

7-8 giugno: frattura del fronte francese

10 giugno: l'Italia entra in guerra.

22 e 24 giugno: armistizi franco- tedesco e franco- italiano.

1941

La persecuzione anti- ebraica diventa genocidio.

22 giugno: Operazione Barbarossa: i tedeschi entrano in U.R.S.S. Accerchiamento di Leningrado; marcia su Mosca.

Marzo 1942

Controffensiva sovietica e liberazione di Mosca.

1942

I tedeschi attaccano in direzione del Mar Nero e dei pozzi di petrolio del Caucaso; in settembre viene accerchiata Stalingrado; in novembre i sovietici liberano la città e lanciano una controffensiva. I tedeschi cominciano ormai a ritirarsi.

1943

2 febbraio: sconfitta dei tedeschi a Stalingrado.

22 maggio: scioglimento del komitern (Internazionale Comunista fondata a Mosca nel 1919).

25 luglio: caduta e arresto di Mussolini. Governo Badoglio.

Settembre: armistizio italiano. Fuga di Vittorio Emanuele III. Liberazione di Mussolini. Repubblica Sociale italiana.

29 novembre- 2 dicembre: conferenza di Teheran con la partecipazione di Stalin, Roosvelt e Churchill.

L'U.R.S.S. aderisce alla "Dichiarazione delle Nazioni Unite". Accordo sul ripristino dell'indipendenza dell'Austria e sulla divisione della Germania. Infruttuosi negoziati sulla Polonia.

1944

4 giugno: gli Alleati liberano Roma.

6 giugno: sbarco in Normandia.

1 agosto: rivolta di Varsavia.

25 agosto: liberazione di Parigi.

9 ottobre: Conferenza di Mosca. Gli inglesi e i sovietici si dividono le zone di influenza in Europa.

10 dicembre: De Gaulle firma un patto di mutua assistenza con Stalin.

1944- 1945

L'Armata Rossa, sostenuta dai movimenti di resistenza nazionali, libera l'Europa Centro- Orientale dall'occupazione nazista.

1945

13 gennaio: inizio delle offensive sovietiche in Germania.

25 gennaio: liberazione di Auschwitz.

4- 11 febbraio: conferenza di Yalta con la partecipazione di Stalin, Roosvelt e Churchill. Accordo relativo alla creazione della Organizzazione delle Nazioni Unite. Adozione di un "dichiarazione sull'Europa libera" che promette di dotare di istituzioni democratiche tutti i paesi liberati dall'occupazione nazista. Conferma della restituzione all'U.R.S.S. dei territori orientali della Polonia annessi dal settembre 1939 (in conformità alle clausole segrete del patto fra Germania e U.R.S.S. dell'agosto dello stesso anno); resta inteso che Varsavia avrebbe ricevuto un cospicuo risarcimento a spese della Germania. Lunghe discussioni sulla fusione dei due governi polacchi e sull'ammontare dei risarcimenti dovuti dai tedeschi. Accordo sulle condizioni dell'entrata in guerra dell'U.R.S.S. contro il Giappone.

28 aprile: Mussolini in fuga viene giustiziato sulle rive del Lago di Como.

30 aprile: suicidio di Hitler nel suo bunker.

2 maggio: Berlino cade in mano sovietica.

25 giugno: firma della Carta delle Nazioni Unite.

17 luglio- 2 agosto: conferenza di Potsdam con la partecipazione di Stalin, Truman e Churchill. La Germania viene smilitarizzata per sempre e la sua potenza industriale ridotta; resta però unita: il potere viene provvisoriamente esercitato dai quattro comandanti in capo delle nazioni alleate. La Polonia potrà continuare ad amministrare i territori tedeschi occupati dalle sue truppe.

Da "Il Nuovo Atlante Storico" a cura di Pierre Vidal- Naquet, Zanichelli, Bologna, 1999 in trad. da "Histoire de l'Umanité de la Préhistoire à la fin du XX e siècle" a cura di Carla Caprioli e Gianluca Mori.


EBREI DEPORTATI DALLA PROVINCIA DI SAVONA

Colonna Palmira, nata a Torino il 17.11.1872, figlia di Gabriele e Jacchia Elena. Coniugata con Levi Alfredo.Ultima residenza nota: Savona. Arrestata ad Alassio il 16.4.44 da italiani. Detenuta a Genova Carcere, Fossoli Campo. Deportata da Fossoli il 26.6.44 ad Auschwitz. Uccisa all’arrivo ad Auschwitz il 30.6.44. Fonte 1a, Convoglio 13.

Dana Sara, nata a Milano il 16.10.1927, figlia di Giuseppe e Behar Lea Rebecca. Ultima residenza nota: Milano Arrestata a Pietra Ligure nel Gennaio 1944 da ***.Detenuta a Milano Carcere. Deportata da Milano il 30.1.44 ad Auschwitz. Immatricolazione dubbia. Deceduta in luogo e data ignoti. Fonte 1a, Convoglio 06

Fubini Rosetta, nata a Torino il 24.7.1866, figlia di Aronne e Nizza Enrichetta. Coniugata con Sacerdote ***. Arrestata ad Alassio il 17.4.44 da ***. Detenuta a Genova, Fossoli Campo. Deportata da Fossoli il 26.6.44 ad Auschwitz. Uccisa ad Auschwitz il 30.6.44. Fonte 1a, Convoglio 13

Gonda Ladislaus, nato a Budapest in Ungheria 2.4.1899, figlio di Giacomo e Metz Ida. Coniugato. Ultima residenza nota: Genova. Arrestato a Savona il 6.7.44 da ***. Detenuto a Savona Carcere, Milano Carcere, Bolzano Campo. Deportato da Bolzano il 24.10.44 ad Auschwitz, matricola n° ***. Deceduto ad Auschwitz il 13.1.45. Fonte 1a Convoglio 18.

Levi Elena, nata a Torino il 9.9.1902, figlia di Alfredo e Colonna Palmira. Ultima residenza nota: Torino. Arrestata ad Alassio il 13.4.44 da italiani. Detenuta a Genova Carcere, Fossoli Campo. Deportata da Fossoli il 26.6.44 ad Auscwitz. Matricola n° A 8476. Liberata durante l’evacuazione da Auschwitz. Fonte 1a Convoglio 13

Pavia Egidio, nato a Gorizia il 24.4.1879, figlio di Abramo e Rocca Emilia, coniugato con Holyar Santa Maria.Ultima residenza nota: Savona. Arrestato a Laigueglia il 15.4.44 da italiani. Detenuto a Genova Carcere, Fossoli Campo. Deportato da Verona il 2.8.44 ad Auschwitz. Ucciso all’arrivo ad Auschwitz il 6.8.44. Fonte 1a, Convoglio 14

Reutlinger Albertina, nata a Napoli il 24.8.1872, figlio di Maurizio e Munster Anna. Ultima residenza nota: Savona. Arrestata a finale Ligure il 3.2.44 da ***.Detenuta a Fossoli Campo. Deportata da Fossoli il 22.2.44 ad Auschwitz. Uccisa all’arrivo ad Auschwitz il 26.2.44. Fonte 1b Convoglio 08.

Valobra Sergio, nato a Genova il 15.6.1923, figlio di Giuseppe e Ghiron Annetta. Ultima residenza nota: Genova. Arrestato a Savona il 13.1.44 da ***. Detenuto a Savona Carcere, Genova Carcere, Fossoli Campo. Deportato da Fossoli il 26.6.44 ad Auschwitz.Matricola n° ***.Deceduto a Bergen- Belsen in data ignota. Fonte 1a, Convoglio 13.

Wollisch Roberto, nato a Firenze il 20.5.1980, figlio di Ermanno e Barbieri Cesarina. Coniugato con Silvia Carolina. Ultima residenza nota: Savona. Arrestato ad Alassio il 15.4.44 da ***. Detenuto a Genova Carcere, Fossoli Campo. Deportato da Verona il 2.8.44 a Buchenwald.Matricola n° ***. Deceduto in luogo e data ignoti. Fonte 1b, Convoglio 15.

Sacerdote Teodoro, nato a Torino il 18.1.1859, figlio di Aronne e Nizza Rachele. Coniugato con Fubini Rosetta.Ultima residenza nota: Savona. Arrestato ad Alassio il 17.4.44 da ***. Detenuto a Genova Carcere, Fossoli Campo. Morto in Italia in stato di detenzione a Fossoli il 7.6.44.