JOURNÉE MONDIALE DE LA PHILOSPHIE - UNESCO - 2005

Manifesto della Journée Mondiale de la Philosophie UNESCO 2005

Martedì 15 novembre 2005, nella Sala dei Fregi del Liceo Classico “G.Chiabrera” di Savona, professori e studenti si sono riuniti in occasione della Journée Mondiale de la Philosophie 2005 indetta dall’UNESCO.
I lavori si sono aperti alle ore 9,00 con i saluti delle autorità – Prefetto, Dott. Nicoletta Frediani, Direttore Scolastico Regionale della Liguria, Dott. Attilio Massara, Assessore provinciale alla Pubblica Istruzione, Sig.ra Carla Siri, Dirigente Scolastico, Prof. Guglielmo Marchisio.
Il prof. Gugliemo Marchisio, ha introdotto ai lavori della Journée riflettendo sull’importanza del processo educativo e formativo nelle nuove generazioni.
Il prof. Riccardo Sirello ha messo in luce il significato della Journée indetta il terzo giovedì di ogni anno dall’UNESCO - 18 novembre 2005 – ha ringraziato per l’interessamento alla iniziativa nella nostra provincia di Savona, M. Pierre Sané e M.me Moufida Goucha dell’Unesco.
Nella introduzione il prof. Sirello ha dato anche lettura del messaggio inviato per l’occasione dal Presidente della Association Internationale des Professeurs de Philosophie, prof. Lodewyckx, Herman. Oltre al Presidente si è ringraziato Frau Luise Dreyer per la diffusione delle iniziative europee tramite il bulletin Europa Forum Philosophie dell’AIPPh che ha curato peraltro, nel mese di settembre, la pubblicazione sull’insegnamento e la diffusione della filosofia e Etica in Europa in 28 paesi aderenti.
L’ispettrice Anna Sgherri del MIUR, ha sollecitato la riflessione sugli scenari nazionali ed internazionali e orientato l’attenzione verso l’importanza della diffusione della filosofia. Ha fatto presente l’importanza delle Associazioni e della Società Filosofica Italiana che è stata coinvolta in questa importante iniziativa.
Sono seguiti gli interventi dei tre relatori invitati, che hanno cercato di porre in evidenza tre diversi modelli di razionalità: il modello scientifico-sperimentale, quello logico-formale e quello filosofico. Presidente e moderatrice è stata la Dott. Prof. Anna Sgherri Costantini, Ispettrice del MIUR.
Il prof. Antonio Zanghì, docente di Fondamenti della fisica quantistica all’Università di Genova, ha analizzato, in particolare, il senso einsteiniano dell’incompletezza della fisica quantistica, mostrando un esempio dei complessi rapporti tra scienza e filosofia nel momento della crisi dei fondamenti d’inizio Novecento.
Il prof. Dario Palladino , docente di Logica alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Genova, ha invece avviato una riflessione sul gioco della logica formale evidenziandone la specificità rispetto al più ampio e complesso margine della logica di senso comune.

Leggi tutto...

 


VEDERE ANCHE

Logo Journee 2006

Pagina precedente